Escape room in Italia ricrea la sfida “The Squid Game” di Netflix

Uno stanza di fuga situata in Milano, Italia, ha permesso ai cittadini di superare – quasi – ogni sfida “Gioco del calamaro” per soli 25 euro o 600 pesos messicani.

Enigma Room ricreare le sfide della serie sudcoreana come evento speciale per Halloween è il 2021, ma il successo è stato così grande che hanno deciso di restare nella stanza di fuga nonostante “e-mail di genitori offesi”.

“The Squid Game” è la serie più vista di Netflix, quindi ci si aspetta che le società di giochi di successo vorranno sfruttare le possibilità che lo spettacolo ha per il loro stile di business.

Gioco del calamaro italiano

Gioco del calamaro italiano

Gioco del calamaro italiano

Come ti condividiamo su Notizie di verità, il successo della serie ha causato ustioni alla gamba di un adolescente mentre rifaceva la sfida da “The Squid Game” in tic toc, ma le escape room italiane offrono un’alternativa più sicura.

Le sei sfide della serie sono state adattate in una stanza di fuga di 2 ore. Le squadre arrivano su un campo di 1.500 m2 al ritmo di “Way Back Then” e iniziano la prima sfida, “Semaforo verde, semaforo rosso”.

Oltre a 2 ore di divertimento con gli amici, i vincitori dell’escape room ricevono un premio speciale dall’Enigma Room: l’ingresso gratuito agli altri giochi dell’azienda.

Squid Game avrà una seconda stagione

Squid Game avrà una seconda stagione

Squid Game avrà una seconda stagione

Grazie al travolgente successo della serie su Netflix, i creatori di “The Squid Game” hanno confermato una seconda stagione anche se i dettagli di trama e cast impiegheranno del tempo ad arrivare poiché il progetto è stato appena confermato.

A parte una possibile esplosione nell’escape room ispirata a “The Squid Game”, la vendita di un furgone bianco e decine di internauti che reinventano le sfide della serie, la seconda stagione è stata uno dei frutti del suo successo.

Seguici su Google News, Facebook voi Indonesia per tenerti informato sulle novità di oggi!

Rockie Steve

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *